CRI, non solo soccorso- Settemila pasti ai poveri

Croce Rossa Italiana Comitato di Varese – Il presidente Angelo Bianchi: “Valorizzare il volontariato, risorsa fondamentale della comunità”

I numeri non danno il segno della solidarietà, del volontariato, delle iniziative di una istituzione, la Croce Rossa, che fa parte del tessuto sociale cittadino da molti anni.
Eppure a volte un numero può essere l’emblema di una attività sfaccettata, faticosa, gratuita.
Settemila sono i buoni pasto che la CRI ha distribuito gratuitamente alle persone bisognose, in poco più di un anno.
Sopratutto “famiglie con bambini in età scolare che si mescolano tra i tanti cittadini, lavoratori, studenti che vengono a mangiare alla nostra mensa aperta a tutti, dal lunedì al venerdì da mezzogiorno alle 15”, dice Angelino Bianchi presidente del Comitato locale della CRI.
Nella sede di via Dunant, cento posti a sedere, quotidianamente vengono serviti pranzi senza distinzione tra chi ha bisogno e non paga e chi invece paga la sua quota, come fosse in un locale pubblico qualsiasi.
Un accorso con i servizi sociali del Comune, con il Banco Alimentare, con i frati cappuccini di viale Borri: loro inviano, segnalano l’emergenza e le persone in stato di bisogno, la mensa provvede.
“A volte i cittadini pensano che chiediamo per noi, ma ovviamente non è così – dice il presidente della CRI -.
Noi chiediamo alla città, alla società civile e investiamo nelle nostre attività”.
Settecentocinquanta persone tra Varese, Tradate, Gazzada, un nucleo ristretto di dipendenti, corsi di educazione sanitaria, soccorso, lezioni per operatori Dae per l’uso dei defibrillatori e corsi di manovre per la disostruzione pediatrica.
“Non voglio incensare la Croce Rossa, voglio dire che il soccorso sanitario si basa anche sui volontari, e che se non ci fossero i vari enti che se ne occupano, molti risultati non sarebbero possibili”.
Il pensiero corre anche alla giornata delle oltre “mille vite salvate” in centro, in corso Matteotti e in piazza Monte Grappa.
Sabato scorso la maxi iniziativa rivolta alle scolaresche, ma che ha coinvolto centinaia di passanti, per portare anche nelle strade dello shopping e nella via dello struscio le pratiche di soccorso per chi va in arresto cardiocircolatorio: manichini per il massaggio cardiaco e per provare ad utilizzare il defibrillatore e centoventi istruttori provenienti da CRI, Anpas e Croce Bianca (iniziativa voluta da Areu, 112 e 118, Ats Insubria, Asst Sette Laghi e Ubi Banca con la collaborazione di altri enti istituzionali).
“I volontari-istruttori sono giunti da tutta la Lombardia, quell’appuntamento è stato molto interessante anche perchè ha messo i volontari a diretto contatto con la popolazione in una situazione di non emergenza”.
La Croce Rossa varesina ha sede in via Dunant, a Bizzozzero, dove sorge anche la mensa, e ha distaccamenti a Tradate e a Gazzada: vi sono i volontari, i giovani della Cri, il corpo militare e le infermiere volontarie.
L’attività sul fronte sanitario e del soccorso, formativo, e di volontariato è ampio e spazia anche nella distribuzione di alimenti, pacchi di cibo con le quali si aiutano decine e decine di famiglie, ogni mese.
(Articolo della Prealpina)
Cri Non Solo Soccorso
318.9 KiB
102 Downloads
Dettagli
Condividi con:
Share

I commenti sono chiusi.