In cosa consiste la donazione

La donazione del sangue è un gesto volontario, gratuito e periodico. 

Esso consiste nella donazione di: 
– Sangue intero (circa 400 ml)
– Emoderivati (plasma, piastrine, globuli rossi)
Il limite massimo di sangue intero che è possibile donare in una sola volta è di 450 ml ±10% (si stima che il sangue rappresenti l’8-9% della massa corporea, ad esempio si possono stimare 7-8 litri di sangue in una persona di circa 90 kg), è necessario, prima del prelievo, aver introdotto una sufficiente quantità di liquidi onde non essere disidratati.
L’aspirante Donatore viene accolto presso il Reparto di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale dell’Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese, dove del personale volontario provvede a fornire tutte le informazioni necessarie, in modo da facilitare tutti i successivi passaggi fino alla donazione.
Prima del prelievo viene compilato un questionario anamnestico riguardo la storia clinica remota e recente dall’ultima donazione, o comunque gli ultimi 4 mesi, questionario che dovrà compilare in modo veritiero, per garantire la sicurezza del Donatore e del ricevente, poiché non si deve dimenticare che dal sangue donato dipendono delle vite umane.
Dopodiché il donatore viene sottoposto alla quantificazione dell’emoglobina tramite punzione di un dito della mano ed esame spettrofotometrico della goccia di sangue fuoriuscita.
Segue poi un colloquio con un medico con cui viene commentato il questionario, viene misurata la pressione arteriosa ed auscultati il cuore ed i polmoni, dopodiché, a parere medico favorevole, si può accedere alla sala prelievi.
In seguito a parere medico favorevole, si può accedere alla sala prelievi.

Ogni quanto si può donare il sangue

L’intervallo minimo tra due donazioni di sangue intero e’ di 3 mesi per gli uomini e 6 mesi per le donne in periodo fertile.
Per la donazione di plasma invece l’intervallo e’ di soli 14 giorni perche’ si rigenera piu’ rapidamente.

 

Condividi con:
Share

Commenti chiusi